Noleggio e sostenibilità: ci interessa?

Si terrà a Roma il Convegno ERA 2015
Convegno ERA 2015 a Roma

Convegno ERA 2015 a Roma

Alcuni operatori e lettori del Blog mi hanno fatto notare come il tema scelto dall’ERA, European Rental Association, per il Convegno annuale che si terrà a Roma il 3 e 4 giugno, rischi di apparire piuttosto alieno alle priorità dei  noleggiatori di casa nostra, abituati a sguazzare nelle acque più torbide di una quotidianità caratterizzata da problematiche meno pindariche. Eppure, al di là del fascino attrattivo della città eterna, una motivazione per partecipare bisognerà pur trovarla, quindi è bene approfondirne i riflessi, almeno nelle intenzioni dell’associazione.

Tutto parte da una ricerca quantitativo-qualitativa sul ruolo del settore del noleggio di macchine e attrezzature per le costruzioni e l’industria nel miglioramento della sostenibilità: ERA richiede un maggiore riconoscimento del ruolo che il settore può svolgere per aiutare le aziende a migliorare la loro performance in termini di sostenibilità. A tale scopo, l’associazione ha portato a termine un audit iniziale delle norme e dei regolamenti europei che consentiranno un maggiore coinvolgimento dei responsabili politici (perlomeno di quelle nazioni che sono solite prestare ascolto a queste cose). E il convegno ha perciò lo scopo di innalzare ulteriormente il profilo del settore nel campo della sostenibilità. Il noleggio di macchine e attrezzature offre vantaggi intrinseci in tal senso e, secondo ERA, occorre che di questo aspetto sia fornita maggiore consapevolezza. In particolare:

  • le macchine noleggiate sono utilizzate più spesso e in modo più efficiente;
  • le società di noleggio di macchine e attrezzature professionali garantiscono standard operativi e manutentivi di alta qualità. Questo porta a miglioramenti delle prestazioni in settori quali le costruzioni, l’efficienza energetica, la gestione dei rifiuti e la sicurezza;
  • le società di noleggio possono influire sui costruttori, incoraggiando la progettazione di macchine con migliori performance in termini di sostenibilità.

La ricerca mostra anche che le società di noleggio considerano, in misura sempre maggiore, la sostenibilità come un modo per offrire maggior valore ai propri clienti, differenziandosi sul mercato. Stanno quindi introducendo tutta una serie di iniziative in questo ambito. Per esempio:

  • insistono sul fatto che i produttori di macchine diventino fornitori affidabili sotto il profilo della sostenibilità;
  • utilizzano tecnologie di monitoraggio e sistemi di alimentazione ibridi per ridurre il consumo di risorse;
  • utilizzano veicoli a basse emissioni e introducono misure volte a ridurre il consumo di carburante;
  • migliorano le strategie di riciclaggio dei rifiuti e delle attrezzature.

A mio modesto parere, la ricerca tiene conto di una sensibilità all’ambiente ormai consolidata (e normata) nell’Europa del Nord, ma secondo Michel Petitjean, Segretario Generale di ERA, “Il noleggio delle attrezzature è ovunque intrinsecamente positivo per la sostenibilità. Le società di noleggio di macchine e attrezzature sono già coscienti dell’importante ruolo che il noleggio può svolgere nel miglioramento della sostenibilità anche di altri settori. Ciò è spinto dalle esigenze dei loro clienti e da quelle dei clienti dei loro clienti (quando sarà così da noi? ndr). Le aziende applicano criteri di sostenibilità alla loro filiera in misura sempre maggiore. I produttori continuano a sviluppare macchine con migliori prestazioni ambientali che le società di noleggio possono poi offrire al mercato. È fondamentale che più industrie e policy maker riconoscano questo importante ruolo per il nostro settore e il prezioso lavoro che sta svolgendo”.

Non si può certo dire che il tema sia annacquato. Forse, come si diceva all’inizio, un tantino alieno per il nostro Paese, ma spero di essere smentito. In ogni caso, di questo si parlerà al convegno, e sarebbe un’occasione gettata al vento non vedere la partecipazione almeno delle più importanti società di casa nostra. Significherebbe inequivocabilmente riconoscere che il profilo, nel nostro Paese, è decisamente basso, con l’aggravante che si accetti che le cose vadano fatalisticamente così o con l’alibi di addossare le colpe ad altri soggetti, politici, legislatori, eccetera.

Per noi, quindi, è un treno da non perdere. Per l’ERA, un passaggio delicato da non mandare assolutamente a vuoto.

Tag dell'articolo: ERA, Noleggio, sostenibilità

Newsletter - RentalBlog

Iscriviti Qui alla Nostra Newsletter

Ricevi tutti i nostri aggiornamenti esclusivi sul mondo del noleggio

ARTICOLI CORRELATI

Rimaniamo in contatto!

Iscriviti alla newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti.

Marketing a cura di