Furto o appropriazione indebita, trova le differenze

operatore furti auto
operatore furti auto

L’attività di noleggio di attrezzatura e macchinari è normalmente caratterizzata da un elevato rischio di sottrazione degli stessi.

In questo periodo, molti mezzi che si trovavano presso i cantieri già prima del lock down, non hanno potuto essere recuperati per tempo e risultano quindi nella “piena disponibilità” dei clienti utilizzatori. In alcuni casi, sono stati lasciati in zone prive di tutela, quindi sono maggiormente esposti. Il rischio di sottrazione può però avvenire sia per opera di terzi, sia da parte dei clienti stessi che hanno preso a noleggio i beni e non li restituiscono più.

La distinzione tra i due casi è essenziale perché ci permette di comprendere facilmente la differenza tra due figure di reato: il furto e l’appropriazione indebita.

Il furto è un reato previsto dall’articolo 624 del Codice Penale che stabilisce che “… chiunque si impossessa della cosa mobile altrui, sottraendola a chi la detiene, al fine di trarne profitto per sé o per altri, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da Euro 154 a Euro 516”. Abbiamo, quindi, una situazione di fatto in cui un soggetto si “appropria” di qualcosa che non gli appartiene attraverso lo spossessamento del legittimo proprietario. Facendo un esempio pratico, si ha reato di furto quando un macchinario è sottratto di notte dal deposito del noleggiatore. In questo caso certamente il noleggiatore dovrà presentare una denuncia di furto non appena si renderà conto di quanto avvenuto.controllo_da_remoto_macchine_cantieri

Fattispecie differente è invece l’appropriazione indebita, regolata dall’articolo 646 del Codice Penale, il quale dispone che: “Chiunque, per procurare a sé o ad altri un ingiusto profitto, si appropria il denaro o la cosa mobile altrui di cui abbia, a qualsiasi titolo, il possesso, è punito, a querela della persona offesa, con la reclusione fino a tre anni e con la multa fino a Euro 1.032”. La differenza fondamentale rispetto al furto è che il responsabile, nel caso dell’appropriazione indebita, è un soggetto che ha già la disponibilità materiale del bene, ne ha già il possesso.

E il titolo in base al quale questi detiene la cosa mobile può essere il più vario: in base a un contratto di custodia, di deposito, di comodato e, caso che rileva in questa sede, in base a un contratto di locazione. Il reato di appropriazione indebita è un reato meno grave rispetto al furto; il motivo è che il legislatore ha individuato in questa fattispecie un minore lesività, mancando l’elemento dello spossessamento a danno del proprietario. E infatti il furto è punito più gravemente sia in termini di pena detentiva, sia in termini di pena pecuniaria.

Newsletter - RentalBlog

Iscriviti Qui alla Nostra Newsletter

Ricevi tutti i nostri aggiornamenti esclusivi sul mondo del noleggio

NEWS CORRELATE

Rimaniamo in contatto!

Iscriviti alla newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti.

Marketing a cura di