L’opportunità del fleet management

In questa recessione, in cui i clienti sono sempre meno, la prima cosa da fare è tirare su il telefono e cercarne di altri. Purtroppo, diventa difficile trovarne di nuovi, e spesso anche i clienti attuali hanno sempre meno lavori in sostituzione di quelli che si chiudono. Una soluzione innovativa da prendere in considerazione può essere quella di organizzare un servizio di fleet management.

Per chi non lo conosce, il fleet management funziona così: il noleggiatore acquista la flotta del cliente (ad esempio, una media impresa di costruzioni), e si impegna a fornire a quest’ultimo tutte le macchine necessarie in sostituzione. A questo punto, il noleggiatore, oltre a prendere in carico fisicamente le macchine, può variare o ridimensionare le caratteristiche della flotta in funzione delle necessità del cliente, e quindi rivendere le macchine troppo vecchie o in numero eccessivo rispetto a queste ultime, o acquistarne altre.

L’accordo è ovviamente accompagnato da specifiche clausole sui livelli di servizio da garantire (ad esempio disponibilità delle macchine e tempi di risposta), sulla manutenzione e così via.

In altri paesi, come ad esempio il Regno Unito o gli USA, ci sono esempi di noleggiatori per cui questo servizio (che, di fatto, è un modo diverso per riorganizzare e offrire il noleggio, e che è diffusissimo nella gestione delle flotte di auto aziendali) è diventato la fonte prioritaria di ricavi.

Si tratta di un servizio che ovviamente è organizzabile solo da un noleggiatore con dimensioni e copertura territoriale sufficienti a seguire il cliente in tutti i suoi lavori, oltre che da quelli con le spalle finanziariamente larghe abbastanza da sostenere l’acquisto dei mezzi. Un altro vincolo potenziale è dato dal valore di realizzo delle macchine che saranno vendute perché troppo vecchie o non necessarie.

Ma le capacità di base (capacità di gestione e manutenzione della flotta, di analisi della time utilisation per stabilire se una macchina deve essere mantenuta o ceduta, di gestione e risposta a eventuali guasti delle macchine) dovrebbero essere tutte già ampiamente nel patrimonio dei noleggiatori professionali.

O no?

Tag dell'articolo: gestione flotte

Newsletter - RentalBlog

Iscriviti Qui alla Nostra Newsletter

Ricevi tutti i nostri aggiornamenti esclusivi sul mondo del noleggio

ARTICOLI CORRELATI

Rimaniamo in contatto!

Iscriviti alla newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti.

Marketing a cura di