Industria e Servizi crescono con brio

Indice PMI Industra eurozona - Gennaio 2018
Indice PMI Industra eurozona – Gennaio 2018

Fonte: IHS Markit

L’inizio del 2018 ha registrato, per l’eurozona, la prosecuzione del trend di crescita con cui ha chiuso il 2017. La crescita della produzione ha accelerato fino a livelli prossimi ai massimi da 12 anni a questa parte, grazie a un solido aumento degli ordini in arrivo, e favorendo la creazione di nuovi posti di lavoro.

Indice PMI Industra eurozona - Gennaio 2018

Fonte: IHS Markit

A dirlo è la società IHS Markit, che ha pubblicato il valore finale dell’indice PMI composito per la zona dell’euro. Quest’ultimo si è attestato a Gennaio 2018 sul livello di 58,8, ai massimi da Giugno 2006 e meglio delle stime iniziali. E’ da 55 mesi che l’economia europea prosegue la sua fase di espansione (rappresentata da un valore dell’indice superiore a 50).

La crescita della produzione industriale ha continuato a superare quella dei servizi. La prima, nonostante un leggero rallentamento, si è mantenuta sui ritmi di Dicembre. La seconda si è rafforzata ulteriormente, accelerando ai livelli migliori da Agosto 2007.

L’industria europea marcia spedita

Il valore finale dell’indice PMI per l’industria a Gennaio 2018 è stato di 59,6, in leggera discesa dal record di 60,6 di Dicembre e uguale alle stime preliminari.

La crescita è diffusa in tutti i paesi, con in testa la Francia, ma si sono registrati ottimi risultati anche in Germania, Italia e Irlanda. Anche dal punto di vista dei segmenti, la crescita è solida sia in quello dei beni di investimento che in quelli intermedi e al consumo.

Il corollario a questo periodo di miglioramento delle condizioni economiche è un aumento delle pressioni inflattive, dovute in parte a un miglioramento della capacità delle aziende di aumentare i prezzi (grazie all’aumento della domanda), e in parte alla crescita dei prezzi del petrolio e di altri fattori produttivi.

Il miglioramento sostenuto dell’attività economica ha anche messo alla prova la capacità delle aziende europee di tenere il passo della domanda (sia continentale che proveniente dall’estero), portando all’aumento degli ordini inevasi e accrescendo la possibilità di creare nuovi posti di lavoro: questo ha riguardato soprattutto la Germania, ma anche, sia pure in misura minore, in Francia, Italia, Spagna e Irlanda. L’occupazione è cresciuta nel complesso per il quarantaquattresimo mese di fila, con tassi di crescita simili ai record registrati a Novembre e Dicembre.

Gennaio ha inoltre visto la crescita del sentiment delle aziende fino a livelli record, con un clima di fiducia sempre più ottimista in tutti i paesi (solo in Germania e Austria il clima non è migliorato, ma resta comunque su livelli molto positivi).

Migliorano anche i Servizi

La lettura definitiva dell’indice PMI dei servizi nell’eurozona (a 58 punti, meglio anche del 57,6 indicato nelle stime preliminari) ha mostrato una crescita sensibile della produzione del settore, ai massimi da oltre 10 anni a questa parte.

La revisione al rialzo è dovuta alla performance dei servizi in Germania, ma anche in Italia e Spagna. Le aziende hanno registrato una sensibile crescita della domanda, che ha portato anche in questo settore a una crescita degli ordini inevasi e quindi alla spinta a nuove assunzioni.

L’occupazione è infatti cresciuta al medesimo ritmo di Novembre e Dicembre, rendendo questa fase la migliore, da questo punto di vista, da oltre dieci anni. L’accelerazione della crescita in Germania e Spagna è stata controbilanciata da una più moderata in Francia, Italia e Irlanda.

Le aziende hanno mantenuto un sentiment positivo, ai massimi negli ultimi sette anni. Il clima di fiducia è migliorato in Italia, Spagna e Irlanda.

La situazione nel nostro Paese: l’Industria…

In Italia la produzione industriale ha iniziato il 2018 con il piede giusto, registrando la crescita più alta dall’inizio del 2011 e una delle performance migliori degli ultimi 18 anni.

Indice PMI Industra Italia - Gennaio 2018

Fonte: IHS Markit

L’indice PMI è salito a 59 punti, in crescita da 57,4 di Dicembre e vicino ai massimi da sette anni a questa parte. L’indice registra quindi un valore superiore a 50 da 17 mesi senza interruzioni. La domanda è in aumento, per quanto riguarda sia quella interna che quella dall’estero, e questo ha fatto salire anche la quantità di ordini inevasi.

Si è infatti registrato un aumento delle pressioni sulla capacità produttiva, che ha portato molte aziende a selezionare nuovi addetti: l’occupazione è infatti salita con il secondo scatto più intenso mai registrato da quando si tiene l’indagine. La crescita degli ordini ha fatto a sua volta crescere gli acquisti di materie prime e di materiali, favorendo una crescita dei prezzi di questi ultimi fattori produttivi.

Per quanto riguarda il sentiment, i produttori industriali italiani restano ottimisti sul futuro: quasi il 42% degli intervistati prevede una crescita della propria attività, grazie all’aumento della domanda dall’Italia e dall’estero.

… e i Servizi

Anche il settore dei Servizi in Italia ha iniziato il 2018 con un’accelerazione della crescita, la più forte degli ultimi dieci anni e mezzo. L’indice PMI per i Servizi è salito dal 54,4 di Dicembre a 57,7 a Gennaio: il settore si mantiene in crescita da 20 mesi a questa parte.

Anche in leggero rallentamento, la crescita della domanda e di ordini è rimasta su livelli simili a quelli di fine 2017, sia dall’Italia che dall’estero. Questo ha portato le aziende a confermare i propri piani di espansione della capacità produttiva, e quindi ad assumere nuovo personale, riducendo il rischio di accumulo di ordini inevasi.

Sul fronte di costi, la crescita dei prezzi dei fattori produttivi (specialmente quelli energetici) si è sommata in alcune aree a quella dei costi del personale. Questo ha richiesto alle aziende di alzare i propri prezzi, portando alla prima crescita registrata nell’indagine da sei anni e mezzo. Tuttavia le pressioni competitive restano forti, e questo non consente alle aziende di alzare le proprie tariffe in modo molto forte.

Il sentiment delle imprese dei Servizi a Gennaio è salito ai massimi da Maggio 2011. Le attese sono di una prosecuzione dell’attuale situazione positiva fino alla fine dell’anno.

Tag dell'articolo: PMI

Newsletter - RentalBlog

Iscriviti Qui alla Nostra Newsletter

Ricevi tutti i nostri aggiornamenti esclusivi sul mondo del noleggio

NEWS CORRELATE

Rimaniamo in contatto!

Iscriviti alla newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti.

Marketing a cura di