Noleggiatori europei: state alla larga dal nostro mercato

Convegno ERA 2015
Convegno ERA 2015

Il Convegno ERA 2015 a Roma

Questo, in sintesi, il suggerimento dei nostri player ai colleghi continentali, emerso durante la recente Convention ERA, il 3 e 4 giugno a Roma.

La cornice dell’Hotel Melia sull’Aurelia Antica era di quelle giuste, seppure molto defilata dal centro di Roma e scarsamente servita dai mezzi pubblici. La connessione wi-fi a pagamento ha inizialmente sconcertato i visitatori stranieri, abituati ovunque a usufruirne gratuitamente durante le convention. L’affluenza è stata notevole: oltre 200 gli ospiti provenienti da tutta Europa (quasi 300 durante la cena di gala serale). Il piede di partenza del 10° Congresso ERA (società europee di noleggio nel settore delle costruzioni e dell’industria) mostrava quindi ottime premesse, mantenute poi dalla qualità di alcune relazioni davvero illuminate, come quella di Christoph Afheldt di Zeppelin Rental dedicata allo sviluppo dei servizi nel settore. Uno sguardo forse troppo “avanti” per la media dei nostri operatori, così come il tema della sostenibilità.

All’Italia l’organizzazione aveva riservato il focus iniziale di Paese, nel pomeriggio del 3 giugno, purtroppo funestato da una crash di energia elettrica che ha “costretto” i partecipanti a un prematuro e prolungato coffee break. La battuta che si è levata dalla sala “Nessuno ha previsto di noleggiare un generatore supplementare?” per quanto maligna, non è sembrata poi così fuori luogo, dato il contesto.

Non è un paese per noleggiatori

Il compito dei “nostri” era quello di mostrare la fotografia del Bel Paese, tratteggiando il perimetro dentro cui si muove il noleggio: qualità del mercato, scenario di sistema, opportunità di investimento. I toni scelti dai relatori sono stati onesti e crudi; per certi aspetti, cinici e impietosi nell’andare a evidenziare le brutture congenite di una nazione che alla fine è sembrata tutt’altro che appetibile per chi volesse investire nel settore da noi. Tant’è che, a un certo punto, il sospetto di un messaggio nemmeno troppo subliminale e concordato, è affiorato nella mente di più di un uditore: “Gente, state alla larga, lasciate fare a noi. Non venite a investire qui, a meno di mettere in conto un inevitabile bagno di sangue. L’ente pubblico non paga, le norme non favoriscono l’identità degli operatori, la burocrazia è al top, le banche non ci sentono e la domanda è ai minimi livelli, con tutte le conseguenze del caso (pressione sui canoni, scarsa qualità generale e così via). Per carità, tutto molto vero, tutto però presentato con questa costante chiave di lettura bene in vista”.

L’esperto Gian Luca Benci ha subito messo a confronto i dati raccolti da Assodimi con quelli di ERA, analizzando l’influenza della prolungata crisi sull’identità delle aziende. Enrico De Rosa di Officine Giuliano ha rimarcato quanto il settore non riesca a essere percepito correttamente dal sistema dei potenziali utilizzatori.

Tarcisio Sciocco, rappresentante della multinazionale olandese Boels Rental, forse l’unico operatore straniero a essere venuto in Italia con un progetto strategico e non in modalità “mordi e fuggi”, ha sottolineato quanto sia inevitabile, per la crescita del comparto, una selezione verso l’alto che esprima elementi di efficienza organizzativa, qualità dei servizi rinnovo costante dei mezzi e che possa comprendere anche quei contenuti di sostenibilità attorno cui ruotava l’intera due giorni.

Interessante, infine, l’intervento di Carlo Buso di Cofiloc, il numero uno dei noleggiatori multispecialisti italiani, che ha presentato il progetto Cofiloc School, incentrato sulla formazione specialistica dei futuri quadri dirigenziali dell’azienda ma rivolto anche a una nuova generazione di imprenditori del noleggio. Una scelta di campo notevole che forse in pochi nel nostro Paese (Cofiloc è uno di questi), per credibilità e autorevolezza, possono permettersi di perseguire.

Tag dell'articolo: crisi, mercato del noleggio, strategie

Newsletter - RentalBlog

Iscriviti Qui alla Nostra Newsletter

Ricevi tutti i nostri aggiornamenti esclusivi sul mondo del noleggio

ARTICOLI CORRELATI

Rimaniamo in contatto!

Iscriviti alla newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti.

Marketing a cura di