Il bulldozer e la frusta

In uno dei suoi post, come sempre interessanti e stimolanti, Seth Godin ha portato all’attenzione dei suoi lettori una metafora molto interessante: quella del bulldozer e della frusta.

Il bulldozer funziona perché è molto pesante. Non è un problema se va lento, perché è molto potente.

La frusta, al contrario, funziona perché è velocissima. La sua parte finale può addirittura superare la velocità del suono.

Passando dalla metafora al mondo reale, ci sono aziende (ma anche enti di altro tipo) che funzionano perché hanno una dimensione enorme. Qualunque sia l’obiettivo, prima o poi lo raggiungono, anche se solo per inerzia.

D’altro canto ci sono aziende e organizzazioni snelle, piccole e velocissime, che vanno dritto all’obiettivo in modo rapidissimo, come una frusta.

L’importante è quindi capire quale è il compito da svolgere e l’obiettivo da raggiungere: è impossibile costruire una strada con una frusta (e cioè, nonostante il nostro Paese sia ricco di PMI, non sempre “piccolo è bello”), ma far andare in fretta un’organizzazione enorme (ammesso di riuscirci…) può essere come lanciare un bulldozer a forte velocità.

Ma altrettanto importante è capire bene con che organizzazione si ha a che fare. Questa è una considerazione che molto probabilmente vale anche a livello politico: quante riforme in Italia, a tutti i livelli, abbiamo visto naufragare negli ultimi anni di fronte all’opposizione più o meno passiva/aggressiva degli enti mastodontici che dovevano essere riformati?

Tag dell'articolo: Rental Academy, strategie

Newsletter - RentalBlog

Iscriviti Qui alla Nostra Newsletter

Ricevi tutti i nostri aggiornamenti esclusivi sul mondo del noleggio

ARTICOLI CORRELATI

Rimaniamo in contatto!

Iscriviti alla newsletter per non perdere i nostri aggiornamenti.

Marketing a cura di